Fun

7 morti di Game of Thrones che non potremo mai dimenticarci

3. Joffrey Baratheon (ehm, Lannister)

Abbiamo aspettato questo momento, trepidanti, per tre lunghi anni. Quando alla fine, nel secondo episodio della quarta stagione, re Joffrey ha finalmente tirato le cuoia è stata festa nazionale – ma che, mondiale! Abbiamo gioito come Tyrion e nonna Olenna e festeggiato come gli invitati alle nozze viola prima della dipartita dell’amatissimo re.

Che dire, il karma ha punito per bene il buon Joffrey: morire al proprio matrimonio di una morte tutt’altro che eroica è proprio la definizione di punizione karmica. Il pubblico è stato tuttavia diviso tra chi la riteneva la morte che gli spettava e chi pensava non avesse sofferto abbastanza.
L’importante è che ci abbia lasciati, no? Una puntata indimenticabile, che ci ha risollevato un po’ il morale dalle nozze rosse della 3×09.
Oltretutto non è difficile immaginare perché Jack Gleeson abbia abbandonato la carriera di attore dopo aver svestito i panni di Joffrey.

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *